novembre 2011 ~ Scrivi un Commento

Sotto l’Ombrellone: Lino Banfi ed Amedeo Minghi uniti per Unicef



Attenzione!

Questo articolo è stato scritto nel 2011 e potrebbero esserci stati degli aggiornamenti a proposito. In caso di dubbi lasciate un commento in fondo all'articolo. Grazie.

Dopo l’incredibile scoperta di un trascorso di “cantante” di Lino Banfi con la pubblicazione di Tettation (1977), scopriamo sullo stesso sito un’altra eccezionale pubblicazione, Sotto l’Ombrellone, musicalmente scritto e diretto dal mestro Amedeo Minghi in coppia con un tenero Lino Banfi, autore peraltro dei testi, in veste di “Nonno Libero” pubblicato a favore di Unicef nel 2005.

I due autori, con sconvolgente nonchalance, sono riusciti a mettere insieme una decina di brani con un taglio inequivocabilmente per un pubblico di giovanissimi, disseminati di citazioni comiche alla Lino Banfi maniera e ritornelli cantilenati, proprio forse per l’operazione a favore di Unicef. La title track, nonchè singolo trainante, è un po’ la cartina tornasole di quello che ci si deve aspettare: un tuffo nel kitch più puro, volutamente trash, come dimostra il terrificante videoclip qui di seguito.

Nonostante Lino Banfi sia anni luce lontano dai suoi antichi fasti non solo cinematografici, ma anche musicali, riesce comunque a rivitalizzare un imbalsamato Amedeo Minghi che mostra coraggiosamente un suo lato inedito, ovvero quello dell’italiano medio che aspetta l’estate per farsi una sana scorpacciata di vecchie commedie sexy all’italiana, in compagnia del nostro Lino Banfi, Alvaro Vitali, Renzo Montagnani e le immancabili cosce di Edwige Fenech, Nadia Cassini, ecc.

Amedeo Minghi uno di noi!

Fonte OrroreA33giri.com »

Precedente «
Successivo »

Se ti piacciono i contenuti di LinoBanfi.com, condividili con i tuoi amici e resta aggiornato mediante il servizio di email Alert oppure i Feed del sito!

Ti potrebbero anche interessare...



Scrivi un Commento