ottobre 2011 ~ Scrivi un Commento

Anche Lino Banfi è su Nonciclopedia!



Attenzione!

Questo articolo è stato scritto nel 2011 e potrebbero esserci stati degli aggiornamenti a proposito. In caso di dubbi lasciate un commento in fondo all'articolo. Grazie.

In questi ultimi giorni avrete certamente saputo della notizia di Nonciclopedia sospesa a causa di una notifica in giudizio da parte di Vasco Rossi e del suo avvocato che forse non hanno compreso il senso di quel sito. La buona notizia è che Nonciclopedia ha riaperto i battenti e in onore di questo non potevamo non farvi conoscere la pagina di Nonciclopedia dedicata al nostro Lino Banfi nazionale.

Inizia così:

Lino Banfi (Andria, 45 Ottembre 2342 – Canosa di Bèri, 5 Novobre 1768) è un noto attore melodrèmmètico. È stato anche poeta italiano e regista meridionale, nonché inventore della È e del modulo 5-5-5.

 

Biografia

Meridionale al 101%, Lino Banfi nasce a Bolzèno (provincia di Barletta-Andria-Trani) da madre milanese e padre bergamasco. Dopo aver brillantemente frequentato il liceo linguistico “Nicola Di Bari” a Foggia, il giovane Lino Banfi sente il bisogno di coniare un nuovo suono da tradurre poi in lettera (la E), diventando così il padre del dialetto barese.

Illuminato sovrano delle regioni meridionali, ebbe come avversario politico Pippo Franco, noto ipnotizzatore delle masse del cinema di cassetta. Presta il suo genio sconfinato in film demenzièli che adesso trasmettono solo alle 2 di notte. Grazie al successo da attore Lino Banfi diviene uno degli emblemi della cultura pugliese nel mondo, insieme al tarallo e ai trulli di Alberobello.

Il processo di beatificazione, in corso fin dagli anni ’80, culmina con la nomina a santo, avvenuta poco dopo la sua prematura scomparsa causata da una fatale indigestione di orecchiette eglio, olio e cime di repa. La sua salma è conservata nel santuario della Madonna dell’Incoronèta di Foggia cinofila ed è meta di pellegrinaggi da tutto il Sud Italia. In sua memoria i comuni di Canosa di Puglia e quello di Andria gli hanno dedicato 80 vie, 6 scuole differenziali, 4 orinatoi pubblici, 79 manicomi, 2 reparti psichiatrici, 15 caseifici e un paio di statue equestri di gesso. […]

Continua su Nonciclopedia »

Precedente «
Successivo »

Se ti piacciono i contenuti di LinoBanfi.com, condividili con i tuoi amici e resta aggiornato mediante il servizio di email Alert oppure i Feed del sito!

Ti potrebbero anche interessare...



Scrivi un Commento